Ebola, perché l’epidemia non si ferma

ebola_drc
L’epidemia di Ebola che ha colpito tre stati dell’Africa Occidentale è realmente inarrestabile? Al momento sembrerebbe di sì anche considerando i dati: 932 decessi in nove mesi che crescono ogni giorno che passa. E’ un bilancio molto preoccupante perché sino a un anno fa l’idea che ci eravamo fatti delle febbri emorragiche raccontava un’altra storia: sin dal 1976, quando Ebola fa la sua prima comparsa in Zaire e in Sudan provocando 431 vittime, nei 37 anni che seguono i decessi imputati a questa malattia saranno solo 1.136. Anzi, per essere più precisi, delle 19 epidemie che colpiscono l’Africa Centrale in quasi quaranta anni solo 6 fanno più di 100 morti. Continua a leggere