La figlia delle cave di Altai

Excavation in the East Gallery of Denisova Cave, August 2010

Il cespuglio dei nostri ascendenti più prossimi si è arricchito di un nuovo tassello. Nelle cave di Denisova, in Siberia, l’esame genetico di un piccolo frammento di osso ha dimostrato che apparteneva a una ragazza di circa 13 anni vissuta 90.000 anni fa. Sin qui niente di particolare salvo il fatto che l’esame del suo genoma ha dimostrato che aveva una madre Neanderthal e un padre Denisoviano. E’ il primo caso descritto di incrocio fra le due distinte specie che hanno dato vita a una discendente.

La scoperta è stata fatta dal gruppo di Antropologia Evoluzionistica di Lipsia, diretto da Svante Pääbo, che ne ha dato notizia su Nature del 22 agosto. Alla nuova venuta è stato assegnato il nomignolo di Denny. Il gruppo di Pääbo ha esaminato circa 2.000 frammenti di ossa prima di arrivare a questo eclatante risultato. Nel 2016 l’esame al radiocarbonio ha confermato che si tratta di un fossile di circa 50.000 anni (il successivo esame genetico ha portato a una datazione di 90.000 anni). Una primissima indagine sul DNA del mitocondrio, che si eredita esclusivamente per via materna, ha svelato che aveva un’origine neandertaliana. Ma l’indagine sui cromosomi ha dimostrato che aveva ereditato un set genetico maschile dai Denisoviani. Kelley Harris, un genetista di popolazione dell’Università di Washington a Seattle ha specificato che “siccome il numero dei fossili denisoviani si conta sulle dita di una sola mano è evidente che scoprirne una forma ibrida è chiara dimostrazione che l’incrocio fra queste due specie era comunemente praticato”. Harris non esclude che la nuova arrivata fosse infertile, visto che discendeva dall’accoppiamento di due specie diverse. Chris Stringer, un paleoantropologo del Museo di Storia Naturale di Londra, ipotizza che fra i neandertaliani e i denisoviani le differenze genetiche fossero inferiori rispetto a quelle degli anatomicamente moderni, e questo spiegherebbe l’interbreeding. Di contro Pääbo sospetta che gli incroci fra le due specie fossero infrequenti nonostante popolassero la stessa area. Molti fossili di neandertaliani sono stati trovati in Europa Occidentale, mentre resti di denisoviani si trovano solo nelle grotte di Altai in Siberia. Con una madre neandertaliana e un padre denisoviano Denny appartiene a un’ennesima specie umana? Non è detto, sostiene Pääbo, si tratta di piccoli gruppi umani e le differenze genetiche fra loro si situano probabilmente in una zona grigia fra le due specie. Come dire che potrebbero essere stati molto vicini geneticamente (vedi grafico a fondo pagina).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: