Lubitz si è suicidato, ma ora cosa bisogna fare?

2014-01-jan-qf10-dxb-mel-127-640x407Il ritrovamento del Flight Data Recorder dell’Airbus 320 che si è schiantato sulle Alpi Francesi ha del miracoloso. A scovarlo è stata l’unica donna del team di 43 alpinisti della polizia di montagna francese, Alide Clodefy, che peraltro era al suo primo giorno di servizio. Il FDR era intrappolato fra le lamiere contorte del velivolo, ha sopportato un incendio che ha ha fatto scomparire la classica colorazione arancione e le foto dimostrano che era fortemente danneggiato dall’impatto. Una prima analisi dei dati registrati conferma che Andreas Lubitz, quando era solo nel cockpit e ha impedito al comandante di rientrare in cabina, ha selezionato la quota di 96 piedi che ha portato l’Airbus a perdere quota e ad impattare sulle Alpi Francesi. Ma oltre questo dato ce n’è un secondo che conferma la volontà omicida del primo ufficiale: durante le ultime fasi del volo avrebbe volontariamente aumentato la velocità con cui il 320 volava – presumibilmente usando l’automanetta – per fare in modo che impattasse sulla montagna alla maggiore velocità possibile. Continua a leggere

Germanwings: processi sommari e domande irrisolte

germanwings-plane-crash-alpsSul disastro dell’Airbus 320 continuano a fioccare indiscrezioni, ma riguardano quasi esclusivamente la vita privata di Andreas Lubitz. Le dichiarazioni del procuratore di Marsiglia hanno innescato un vero e proprio processo sommario nei confronti del pilota della Germanwings che desta non poche perplessità, e non solo sul piano etico. Quindi abbiamo da una parte un magistrato di Marsiglia che sembra non avere dubbi sulla dinamica dell’incidente, ma dall’altra il responsabile della Gendarmeria Nazionale francese ha sostenuto – in una conferenza stampa a Dusseldorf – che anche se l’atto deliberato ha delle evidenze, le indagini non si fermano a questo e contemplano altre ipotesi. Insomma il capo della polizia francese è molto più cauto rispetto al magistrato per cui sta lavorando. In effetti il quadro probatorio che contempla il reato di strage ha diversi punti deboli e la dinamica dell’incidente presenta ancora dei punti oscuri che vale la pena di illustrare. Continua a leggere