Il rapporto sulle torture di Guantanamo scatena la guerra nel Parlamento americano

guantanamo Nella tardissima serata di oggi, o forse nelle prime ore di domani, dovrebbe essere declassificato un rapporto di 480 pagine sull’annosa questione degli interrogatori “intensificati” che la Cia avrebbe condotto nei confronti di terroristi legati ad al-Qaeda e catturati dopo gli attentati dell’11 settembre. Il documento è stato redatto dalla Commissione per l’intelligence del Senato americano, ma ha richiesto quasi quattro anni di discussione. In sintesi si tratta di un sommario che riassume un rapporto classificato di 6.000 pagine che analizza cinque milioni di documenti segreti della Cia. La pubblicazione del documento ha suscitato aspre polemiche nei due rami del parlamento americano per una serie di motivi: il primo è che creerebbe grande imbarazzo ai governi dei paesi che hanno ospitato le “prigioni segrete” della Cia, il secondo è che potrebbe stimolare un’ondata di attentati soprattutto fra le sedi diplomatiche americane in Medio Oriente, che infatti sono state allertate e sottoposte a criteri di massima sicurezza. Continua a leggere